Sei un Top runner o un amatore?

Sei un Top runner o un amatore?

Il mese scorso ti accennavo al fatto che avrei parlato della corsa in modo semplice, di come la percepisco e vivo io, e di come più genericamente la si vive nell’esteso e intenso mondo amatoriale.

Antonio Carvelli

21 Marzo 2019

0

Adesso, a meno che tu non abbia delle particolari doti atletiche da Top Runner che ti portino a correre 10 chilometri in meno di 30’, una mezza maratona in 01h e 10’ o che tu non riesca a correre una maratona in almeno 02h e 10’, diciamoci la verità, non sarai mai un vero Top, tranne agli occhi degli amici runners che sono leggermente meno veloci di te, e che spesso ti apostrofano simpaticamente, chiamandoti a loro modo di vedere la tua corsa, “Top Runner”.

Abbiamo iniziato tutti a correre per un motivo, pian piano ci siamo appassionati a questo sport fino a raggiungere anche degli ottimi risultati, ma spesso siamo andati un pochino oltre, prendendo la nostra corsa troppo, ma davvero troppo sul serio, credendo di dover per forza dimostrare a noi stessi (e spesso anche agli altri) di poter raggiungere delle prestazioni straordinarie, come se dovessimo partecipare a un’olimpiade o vincere addirittura la maratona dei nostri sogni.

È sacrosanto avere degli obiettivi, speranze e magari migliorare i propri tempi, ma bisogna allenarsi per una gara, anche perché senza allenamento non si va da nessuna parte, però da qui a strafare, pensando di poter fare il colpaccio, davvero no!

In alcuni gruppi dei social network dedicati alla corsa, si discute quasi sempre in maniera animata quando si tratta dei tempi in allenamento, del famoso PB (Personal Best) o di concludere una gara nel tempo “X”, spesso addirittura si scende nel ridicolo perché si finisce col litigare in maniera plateale per la gioia del pubblico che legge, finendo quasi sempre poi la “discussione” sul personale.

Il confronto è giusto, bisogna discutere per migliorarsi, anche perché qui nessuno è meglio di nessuno, sennò mi tocca riportare le mie prime parole di questo articolo (*10 chilometri in meno di 30’, una mezza maratona in 01h e 10’ o che tu non riesca a correre una maratona in almeno 02h e 10’), detto questo, ricordiamoci che questo sport deve essere fatto di passione, fatica, sudore, obiettivi, aggregazione sociale, benessere psicofisico, rispetto delle regole e ovviamente di tanto sano divertimento.

Se ti ritrovi in tutto questo, sei un vero a-m-a-t-o-r-e della corsa, se tutto questo viene meno, o sei un mancato atleta professionista e top runner o hai decisamente sbagliato sport.