Salomon Sense Ride 2, una scarpa giusta.

Salomon Sense Ride 2, una scarpa giusta.

Nell’enorme bacino di possibilità di Salomon la Sense Ride 2 si presenta come una scarpa ammortizzata e comoda, un ottimo prodotto per medio lunghe distanze su terreni vari, magari anche per iniziare nel mondo trail, o una comoda camminata in collina.

Andrea Toso

17 Giugno 2019

0

Il mondo di Salomon running ha una moltitudine di sfumature, e nel mondo calzature ogni scarpa ha la propria finalità per donare ad ogni runner il massimo grip ed il massimo comfort, quindi la Salomon Sense Ride 2 va inserita nel giusto panorama e nel giusto utilizzo, così da capire la filosofia e usarla al meglio.

Partendo da un ABC che può sembrare scontato il mondo della casa francese ha una prima macro divisione, la linea Salomon Lab e Salomon, cioè le tecnologie innovative nel Lab e le eredità della prima nella linea “tradizionale”, per noi amatori si potrebbe azzardare una divisione in scarpa da gara e scarpa da volume. Ma dato che Salomon ha più o meno inventato il trail running bisogna anche decidere su che scarpa investire, o meglio su che scarpe, dato che ogni modello ha una destinazione d’uso molto mirata per regalare la massima resa.
Tanto per chiarire, le Speedcross (di cui scriveremo a brevissimo recensione delle 5) non sono scarpe universali come non lo sono le Xa-Pro, per poi la scelta tra Gore-tex e non Gore-tex non è per niente “leggera” spiegheremo in seguito.

Salomon Sense Ride 2

Quindi la Salomon Sense Ride 2 va collocata nel suo bacino di utenza, che a nostro parere è in medio lunghe distanze su terreni misti, non fangosi e se capitasse anche su tratti di asfalto, e una prima protezione da rocce con il Profeel Film, o magari per approcciarsi al trail senza andare su scarpe iper specifiche, ma senza aspettative prestazionali.

Asfalto si. A differenza degli storici modelli da trail la linea Sense gode del sistema Vibe, che con un mix di due diverse densità di EVA garantisce ammortizzazione e comfort riducendo sensibilmente le vibrazioni proprio per consentire lunghe distanze, che sommata alla soletta Ortholite non lascia niente da invidiare a una “ammortizzata” stradale o A3.

La Salomon Sense Ride 2 ha una larghezza di calzata media che grazie all’allacciatura storica Quick Lace può assicurare anche piedi magri, che vengono stabilizzati dal sistema EndoFit, l’elastico interno che ferma la linguetta in posizione ideale creando una prima sicura al piede contro scivolamento e ponendolo in posizione ideale pre allacciatura.

Le dita del piede sono tutelate da una doppia protezione, una da urti e una da bagnato, termosaldata sul tri mesh più aperto della parte anteriore per garantire ricircolo d’aria senza rischiare abrasioni per cuciture in zone ad alto impatto.

Il quick lace della Salomon Sense Ride 2, come quasi tutte le scarpe Salomon ha l’apposita tasca sul collo della linguetta così da sparire evitando sia la rottura della parte meccanica (che da sempre funziona ad attrito e non a pressione NB), che lo sporco e soprattutto il rischio di impigliarsi in ambiente o essere calpestato, va a lavorare unitamente al sistema SensoFit, un disegno della struttura scarpa che tende ad abbracciare la tomaia per sagomare in maniera ottimale la scarpa attorno al piede senza comprimerlo.

Nel test in ambiente vario che abbiamo fatto in questa fredda bagnata pazza primavera ci siamo trovati addirittura a correre sulla neve marcia trovando un ottimo grip e una sorprendente protezione dal bagnato pur mantenendo freschezza e areazione e anche correndo sul bagnato il grip rimane ottimo. I tagli sull’avanpiede della suola regalano una aderenza ottima in salita tanto quanto sensibilità nella cosa su strada nonostante una generosa protezione minima di 19mm ed un massimo di 27, per un drop di 8mm, il tutto in un peso nella misura standard di 270 gr.

Più che mai la scelta del modello ideale in Salomon deve essere studiata bene con professionisti, la vasta scelta, nonché la moda, potrebbero spingerci su modelli non adatti alle nostre necessità, con consumo eccessivo delle suole e traspirabilità inadatte.

Sulla diatriba cui si accennava Gore o non, il 99,99% delle corse sarà un tessuto non necessario che scalderà il piede in maniera eccessiva, provocando gonfiore e vesciche, poi come dicono i Lagunari, i Marines italiani: “acqua entra, acqua esce”.

 

SCHEDA TECNICA DI VALUTAZIONE
marca:  Salomon
modello: Sense Ride 2
utilizzo: trail
tipologia:  neutra | ammortizzata
calzata:  normale
drop:  8 mm
reattività: mediamente reattiva
pianta: media
tomaia:  Trimesh Nylon
intersuola: EVA/Vibe
flessibilità:  media
allacciatura:  quick lace
valutazione generale:  8/10
 
comportamento sul bagnato:  7/10
comportamento su terreni asciutti8/10

Scopri di più su questa scarpa