Proclamati i vincitori di ENDUdream

Proclamati i vincitori di ENDUdream

Il concorso targato ENDU che trasforma i sogni sportivi in realtà, ha proclamato i vincitori.

ENDU

29 Marzo 2019

0

Si alza il sipario sui vincitori del concorso ENDUdream, il contest rivolto agli sportivi che non smettono mai di sognare. Dopo aver presentato il proprio progetto, valutato da una giuria di esperti e poi votato on line, i tre vincitori del concorso targato ENDU saranno premiati durante una cerimonia che si svolgerà martedì 2 aprile alle 18 all’Upcycle di Milano.

Evento a numero chiuso, per partecipare, scrivere qui entro lunedì 1 aprile.

All’interno di questa suggestiva location, nonché primo bike café bistrot d’Italia, i tre vincitori presenteranno i loro progetti sportivi alla presenza degli sponsor del contest (ASICS, SiS, Uyn e Cannondale) accompagnati da Andrea Toso, speaker della cerimonia, nonché ambassador Endu e conosciuto al grande pubblico per le sue imprese come maratoneta, triathleta e blogger nel settore degli sport di endurance.

Il vincitore del contest nella categoria Performance, pensata per chi vuole provare a superare i propri limiti, è stato Rigers Kadija, runner ventisettenne di Lastra a Signa. Il suo sogno? Superare le paure grazie all’Ultra trail. Come? Correndo il Boa Vista Ultra Trail che si svolge a Capo Verde per un totale di 150 chilometri. A spingerlo in questa avventura vi è la volontà di superare la paura provata solo qualche anno fa proprio a Boa Vista quando, insieme alla sua ragazza, ha attraversato zone paludose con il fuoristrada rischiando di rimanere bloccato.

Poi Davide Cappelletti, ciclista trentenne di Cucciago e vincitore nella categoria Innovation (sezione pensata per chi ha voluto proporre idee innovative) presenterà il suo progetto che prevede la realizzazione di un blog che spazia dai consigli sulla preparazione fisica, per arrivare  all’alimentazione e ai materiali utilizzati per affrontare l’Everesting, una sfida che prevede di ripetere una salita in bicicletta tante volte quante bastano fare un dislivello positivo almeno pari all’altezza del Monte Everest, 8848 metri. In una sola volta. Davide lancerà la sfida alla salita del Bisbino, sul lago di Como.

Infine le gemelle-runner Francesca e Barbara Vassallo, 22enni di Palermo, vincitrici nel settore Experience (nuove espressioni di viaggio e di sport) con la loro preparazione e partecipazione alla Maratona di Valencia dimostreranno come come la passione per la corsa possa portare lontano, persino a correre 42km .

Ora i tre vincitori avranno a disposizione  un buono da 1.000 euro, materiale tecnico e sponsorship dei Brand coinvolti nel progetto per poter portare a termine la loro sfida: avranno tempo un anno per realizzare il proprio progetto sportivo e raccontare sui social e sui canali ENDU la preparazione del  “sogno”  in modo che la loro avventura possa essere conosciuta e seguita da tutti gli appassionati di sport.