Northcape4000: manca poco al traguardo di una splendida avventura

Northcape4000: manca poco al traguardo di una splendida avventura

L’edizione 2018 della Northcape4000 volge al termine, almeno per il primo dei 122 partecipanti che entro il 9 di agosto […]

ENDU

07 agosto 2018

0

L’edizione 2018 della Northcape4000 volge al termine, almeno per il primo dei 122 partecipanti che entro il 9 di agosto dovrebbe arrivare a Capo Nord. Alle spalle si lascerà 10 nazioni e ben 4200 km di strada. Un’avventura unica, tutta da vivere.

Andrea Borchi è uno degli organizzatori della Northcape4000 e da quando la gara – che non è competitiva – è partita, il 28 luglio da Arco, a pochi km dal lago di Garda, è salito a bordo di una delle due Volkswagen di servizio, la Polar 1 e la Polar 2,  e ha seguito i riders partecipanti, Paese dopo Paese.

“La Northcape4000, che più che una gara è una vera e propria avventura, si corre lungo una traccia fissa che abbiamo pre-impostato e consegnato ai partecipanti e che cambia ogni anno. La partenza è sempre dall’Italia – ci piace giocare in casa – e l’arrivo sempre a Capo Nord. Ma se l’anno scorso i riders hanno attraversato la Germania, la Danimarca e la Svezia, quest’anno li abbiamo fatti passare dall’Est Europa: un percorso di 200 km più lungo e più impegnativo, perché ha toccato Paesi in cui anche trovare un posto in cui mangiare non è sempre stato facile”.

La Northcape4000 è tutta in autosufficienza, questo significa che ogni partecipante ha con sé tutto il necessario, compreso  l’abbigliamento necessario per affrontare le temperature del Circolo Polare Artico. “In Finlandia il termometro scende a 2 gradi sotto lo zero, ma tutti loro vengono dai 39 gradi della Polonia. Le alte temperature sono state forse la difficoltà principale di questa edizione”.

Nel loro viaggio hanno attraversato le Alpi in Italia, l’Austria, la Germania, la Repubblica Ceca, la Polonia,  e poi Lituania, Lettonia ed Estonia, poi Finlandia e Norvegia. Solo la Finlandia è lunga circa 1300 km.  Quattro i gate da superare: il primo a Praga, il secondo a Varsavia, poi Tallinn e Rovaniemi.

“Ormai siamo alle battute finali. Il 6 agosto il primo rider, il britannico Ian Walker (UK), ha superato il quarto gate di Rovaniemi ed è entrato al Circolo Polare Artico. Il gruppo, 122 partecipanti arrivati da 22 nazioni, era abbastanza eterogeneo. C’è chi è venuto per vincere, come Walker, e sono circa una decina, chi per mettersi alla prova, senza velleità di vittoria ma senza nemmeno risparmiarsi e sono quelli che, in questo momento, si trovano a Tallinn e stanno prendendo il traghetto per Helsinki; e poi c’è il gruppo più nutrito, che ora è in Polonia, di chi ha approfittato della Northcape4000 per fare un bel viaggio in compagnia. Sono comunque riders da 180 km al giorno.” 

“Per affrontare questa avventura ci vuole prima di tutto coraggio. Più che le gambe serva molta testa per gestire la stanchezza, il percorso e le sue criticità. I km sono veramente tanti. Noi li abbiamo seguiti passo passo, cercando di documentare con foto e video la loro avventura. Abbiamo raccolto moltissimo materiale, editato in viaggio, dalla nostra macchina, attrezzata e trasformata in media center. Trovate tutto sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram. Nelle prossime ore vi racconteremo anche il loro arrivo. Intanto dal nostro sito, potete seguire il live della gara”.