NeverAlone al Tracks6000

NeverAlone al Tracks6000

NeverAlone sarà official livetracker della seconda edizione di Tracks6000 Bici, montagna, fatica, passione, in un’unica avventura in luoghi unici e meravigliosi […]

ENDU

12 luglio 2018

0

NeverAlone sarà official livetracker della seconda edizione di Tracks6000

Bici, montagna, fatica, passione, in un’unica avventura in luoghi unici e meravigliosi di cui, certamente, vi innamorerete.​Preparate le vostre biciclette: vi aspettano 170 Km e 6800 m di dislivello positivo da percorrere, in completa autonomia, lungo single track, strade sterrate e mulattiere che scendono e si inerpicano tra i luoghi fiabeschi ed incontaminati della catena del Lagorai ed i ruvidi paesaggi della catena di Cima Dodici.
Un giro ad anello che, con punto di partenza ed arrivo in Val Campelle, vi porterà sull’altipiano della catena di Cima Dodici per poi approdare, con un po’ di “sofferenza”, nell’incantata Valle dei Mocheni.

Percorso quasi completamente rinnovato per la seconda edizione di Tracks6000, Unsupported Bicycle Adventure.

Quest’anno si partirà dalla Val Campelle, Scurelle (TN). La nostra base operativa sarà il Rifugio Carlettini, già decisivo punto di appoggio dell’edizione passata.
Da qui, quota 1364, si partirà subito in salita verso il Passo Cinque Croci. La veduta verso Cima d’Asta, la regina del Lagorai con i suoi 2847 m, vi lascerà senza parole. Si scenderà, poi, verso Malga Nassere, Rifugio Caldenave e, tramite un sentiero completamente rinnovato e, ora, interamente pedalabile, verso Località Cenone. Ancora giù verso l’abitato di Samone con destinazione Masi Ornè per l’attacco della dura salita, sterrata, che vi condurrà sull’altipiano.
Fate rifornimento d’acqua perché questi luoghi non sono tra i più ospitali! Dopo qualche bell’ora di scorbutiche mulattiere, tornerete in valle. Quest’anno Porta Manazzo (che verrà percorsa, a piedi, per un tratto di massimo 10 minuti) lascerà il posto ad un certamente più agevole itinerario di discesa.
Attraverserete quindi l’abitato di Borgo Valsugana (siamo, grossomodo, a metà percorso) per poi risalire verso località Desene e guadagnare, successivamente, località La Bassa. Questa sarà la nostra “porta” verso la Val dei Mocheni, grande novità di questa seconda edizione. Percorrendo adrenalinici single track e “arrampicandonci” su pendenze non sempre agevoli, raggiungeremo, sempre in sella, il Passo Palù, a quota 2071 m, punto più alto del trail.
Qui vi aspetta, dapprima, una eccitante discesa seguita, poi, da una delle ultime salite di giornata che, con itinerario al momento ancora segreto, vi riporterà al punto di partenza.

Lo sviluppo complessivo è di circa 170 km per 6800 m di dislivello positivo. Come per la scorsa edizione, anche quest’anno il tracciato si svilupperà in gran parte (70% circa) su strade sterrate, forestali e single tracks. Sarà presente, naturalmente, qualche tratto di asfalto ma, siamo certi, lo benedirete. La quota media del trail è superiore ai 1000 m. Non dovrete quindi temere particolari problemi legati alla stagione estiva.

Il tracciato è pedalabile nella sua totalità ad eccezione di un brevissimo tratto da fare obbligatoriamente a spinta (10 min.) e, forse, qualche altra decina di metri sparsi qui e là.

Riportiamo di seguito le vedute 3d del percorso, così come l’altimetria provvisoria. Vi ricordiamo che la traccia è ancora in divenire. La versione definitiva vi verrà trasmessa unicamente pochi giorni prima della partenza. I dati tecnici che vi stiamo ora fornendo, comunque, non saranno molto dissimili da quelli definitivi.