Le Gemelle Vassallo ed il viaggio per Valencia

Le Gemelle Vassallo ed il viaggio per Valencia

Hanno vinto la categoria Experience di ENDUdream, Barbara e Francesca Vassallo ci raccontano i loro passi verso Valencia, la prima maratona ed il sogno di qualcosa di più…

Andrea Toso

15 Maggio 2019

0

Le gemelle Vassallo, Barbara e Francesca hanno le idee chiare, sono metodiche e determinate, la vittoria nella categoria Experience di ENDUdream è stata e sarà solo un passaggio intermedio nel loro cammino, come avevamo già detto nel precedente articolo, ascoltiamo dalle loro parole a che punto sono con la loro preparazione per Valencia.

Allora ragazze, come sta andando il viaggio per Valencia?

Molto bene grazie, dopo la mezza di Berlino che era nel weekend dopo la premiazione abbiamo gareggiato alla 10 km Mujalonga sul mar, vicino Trieste dove Barbara si è classificata 9a assoluta in 38’27” e Francesca 11ma con  39’38” (modifichiamo il soggetto per comodità…), un posto bellissimo dove correre questa gara!

Avete già iniziato il progetto maratona di Valencia, obiettivo del vostrodi EnduDream siete ancora sulle distanze corte?

No no, al tempo! Abbiamo un gran evento per metà luglio che è la nostra laurea (in scienze motorie NdR) e quindi tutte le nostre energie psicofisiche sono indirizzate qui, giugno sarà anche il nostro mese di ostoscarico, poi da ag inizieremo i lavori veri ed i lunghi per Valencia, ma c’è tempo per il primo dicembre!!!”

Quindi che lavori state facendo?

il nostro allenatore ci sta ancora limitando i lunghi a 17 km e lavori più specifici fino a 10, siamo ancora in preparazione da mezza diciamo anche se sappiamo che ci aspetteranno gran lunghi da settembre e già ad agosto un  aumento del volume in vista della maratona.

Grandi sogni, grandi impegni… Diteci un po’ con il materiale consegnato alle premiazioni di ENDUdream come procede?

Entusiaste! Stiamo facendo i tutti i lavori specifici velocità e le gare con le ASICS Road Hawk 2, sono le nostre preferite, non ci aspettavamo una scarpa così!!! Per i lunghi scegliamo invece la protezione delle Cumulus, anche con l’abbigliamento ci troviamo benissimo anche se ovviamente in gara la divisa deve essere quella sociale”

E con SIS?

Abbiamo già finito i kit, usavamo poca integrazione prima del concorso e i prodotti ci sono piaciuti tantissimo, specialmente quelli per il recupero, il Rego rapid Recovery, una gran differenza il giorno dopo! Siamo in attesa dell’arrivo dei rifornimenti, ormai ci siamo abituate bene”

Facciamo il tifo per voi, teneteci informati e soprattutto in bocca al lupo per il primo grande sogno, la laurea!

Il sogno finale delle ragazze ve lo ricordate? C’è tempo 5 anni, si chiama Parigi 2024…