L’attenzione ai dettagli, materiali pre gara

L’attenzione ai dettagli, materiali pre gara

Eleonora Rachele Corradini, ambassador ENDU e ultramaratoneta, ci racconta come organizzare al meglio il materiale prima di una competizione importante, dall’abbigliamento all’alimentazione.

Eleonora Corradini

06 Marzo 2020

0

In questo articolo voglio raccontarvi come organizzo tutto il materiale prima di una competizione importante, dall’abbigliamento all’alimentazione.

Sono di nuovo qui ma questa volta per raccontarvi tutto ciò che concerne la preparazione del materiale che porterò alle mie prossime gare.

Questa attenzione minuziosa nella fase di preparazione la riservo però solo alle gare più importanti, per me le più lunghe.

Come ogni atleta, nel calendario, definito con la mia allenatrice Sara Valdo ad inizio anno, inserisco delle gare a cui tengo di più e altre che faccio come allenamenti in modo più o meno intenso.

Nelle gare a cui tengo di più cerco di organizzarmi al meglio per trovarmi in una condizione di “comfort” fisico e mentale al momento della competizione. Con il termine comfort intendo una condizione in cui qualsiasi mia esigenza e voglia improvvisa sia a livello di alimentazione che di abbigliamento possa essere soddisfatta durante la gara e mettermi in condizioni ottimali per proseguire la gara.

Potrà sembrare banale ma è abbastanza normale nelle competizioni che impegnano tante ore affrontare momenti di crisi che possono durare pochi minuti o addirittura ore e trovare il modo per superarle è molto importante.  A me fa stare tranquilla avere diversi cambi di abbigliamento, spesso anche troppi, e portare tutti gli integratori e cibo di vario genere che potrei voler mangiare in quei momenti. Ad esempio nelle ultime gare nei momenti di crisi ho mangiato tantissime caramelle gommose. Zero sostanza, lo so, ma per me un’ottima soluzione per superare i momenti bui!

Come faccio per non dimenticare nulla e per rendere facile l’assistenza alle persone che mi seguono?

Ormai per abitudine inizio a scrivere la lista di cose di cui potrei avere bisogno durante la gara circa 10 giorni prima. Potrà sembrare tanto ma in realtà fino all’ultimo sono capace di aggiungere materiale per me indispensabile.

Solitamente 4 giorni prima della partenza divido questa lista in gruppi definiti con un criterio abbastanza facile e comprensibile a coloro i quali dovranno farmi assistenza. Ad esempio, avrò la borsa delle magliette, la borsa dei pantaloncini, quella delle giacche, quella delle varie garze, cerotti e ghiaccio, quella con gli accessori come i miei Polar, le frontali, i caricabatterie e infine importantissima quella degli integratori.

 

Eleonora Rachele Corradini
Eleonora Rachele Corradini

 

Successivamente applico ad ogni sacca un foglietto con riportato solo il materiale di quella specifica sacca e così per ognuna… Al mondiale ne avevo addirittura 9 !!

In questo modo ricordo perfettamente a memoria cosa ho portato con me e le persone che mi aiutano riescono a capire in pochissimo tempo ciò di cui ho bisogno.

Questa lista la riutilizzo ormai da tempo quindi è per me indispensabile. Vario delle piccole cose ma davvero poco anche perché sono molto abitudinaria e anche un po’ scaramantica…;)

 

Eleonora Rachele Corradini
Eleonora Rachele Corradini