Intervista a Marco Comellini, ideatore e organizzatore dell’EBX Championship

Intervista a Marco Comellini, ideatore e organizzatore dell’EBX Championship

Marco Comellini, giornalista, presidente di Electric Bike Cross è anche l’ideatore e organizzatore dell’EBX Championship

ENDU

30 novembre 2018

0

Com’è andato questo primo anno di EBX Championship?

Per essere un campionato nuovo, il 2018 è stato più che un semplice successo. Il campionato ha infatti trovato consensi nel mondo del ciclismo, del motociclismo e dello spettacolo. Soprattutto nelle fiere e durante le manifestazioni. Siamo andati un po’ ovunque: siamo partiti a Febbraio da Parma in un indoor con ambientazione di tipo urbano, dove non c’erano piante, ma solo cemento, gomme e rampe. Siamo passati da Bologna dove abbiamo ricreato un giardino all’interno di un padiglione fieristico completo di erba ed alberi. Dopodiché siamo giunti a Firenze, in un vero contesto urbano, di fianco all’Arno, nella bellissima piazza antistante al Parco delle Cascine. Qui c’era tanta gente particolarmente interessata, poiché eravamo all’interno di un’importante manifestazione ciclistica. Successivamente siamo tornati a Bologna, però per la prima volta su terra, nel nostro E-Bike Park. La tappa successiva è stata in alta montagna: al Breg Adventure Park è stato ancora diverso perché abbiamo trovato un fondo bagnato, tronchi come ostacoli, abbiamo usato le asperità del terreno e siamo passati sopra alle rocce. Siamo quindi tornati a Bologna a FICO Eataly World, con un ambientazione molto stretta dove, usando un tracciato unico, abbiamo però differenziato gli ostacoli. Questo offriva agli atleti la possibilità di sorpassare, ma senza dovere per forza affrontare il medesimo ostacolo. E infine abbiamo terminato a Modena, con Skipass, che rappresenta l’evento di chiusura della stagione ciclistica e dà inizio a quella degli sport invernali. Io sono molto contento di quello che è stato fatto.

Qualche anticipazione per il 2019?

Stiamo preparando delle novità interessanti. Saremo sempre più visibili partecipando a manifestazioni di richiamo in ambito sempre cittadino. Se tutto andrà come deve, quando supereremo la metà del campionato EBX nazionale faremo una prova unica per decretare il Campione Europeo di EBX, perché abbiamo già riscontrato l’interesse dei Paesi Europei limitrofi.