Il Triathlon, una nuova sfida per Davide Cappelletti

Il Triathlon, una nuova sfida per Davide Cappelletti

Il vincitore di ENDUdream 2019 ci parla della sua nuova sfida: il passaggio alla triplice!

Andrea Toso

16 Gennaio 2020

3

Avevamo lasciato il nostro Davide Cappelletti a sfondare il muro di 8848 metri del suo everesting sul monte Bisbino, il suo ENDUdream vissuto in una calda domenica di luglio, frutto di dedizione e divertimento sono ormai un ricordo che lo ha fatto maturare.

Davide ha capito che può fare grandi cose, dopo l’everesting ha completato un’altra sfida: un pellegrinaggio a Medjugorie, sempre, con la sua Cannondale,  coprendo oltre 200 km al giorno.

Addirittura, per poter affrontare al meglio quest’ultima sfida ha perso ben 10 kg in modo da arrivare al peso forma ideale il giorno della performance…insomma Davide sta crescendo.

Il ragazzo sta crescendo, sta mettendo giudizio tant’è che mi ha anche confidato di essere davvero innamorato, di aver trovato una persona accanto che gli da sicurezza, tanto da trasformare le giornate a seconda della sua presenza, tanto che ha già deciso di portarla in vacanza per il ponte del primo giugno.

Ragazza preparati, Davide ti porta in Costa Smeralda!

Davide farà il suo esordio al triathlon con una distanza olimpica, il 31 maggio in Costa Smeralda, ad Arzachena. Si infilerà la muta per nuotare 1500m, salirà in bici per percorrere 40 km e poi affronterà la frazione finale di corsa, 10 km.

Il 30 sarà ad Arzachena per vedere il mondiale ITU, la gara dei super atleti.

E come siamo messi con le due attività che non gli appartengono?

“Eh, sarà un bel viaggio, pur sapendo nuoticchiare (il suo lavoro è comunque legato ai costumi da bagno!) doverlo fare tra altre persone mi preoccupa molto, e ancor di più il fatto di non aver ancora iniziato, ma in questo periodo almeno sto scaricando completamente la bicicletta e mi sto applicando nella corsa.

La mia unica gara di corsa è stata la staffetta alla Milano City Marathon che comunque mi ha fatto correre 10 km a 4’40” circa con pochissimi km fatti. Adesso sto correndo un paio di volte a settimana e sto migliorando parecchio. Durante le vacanze natalizie mi son messo sotto con il nuoto, alternando potenziamento e lezioni, così da arrivare a fine maggio con la sicurezza terminare la gara, o meglio, di uscire dall’acqua! In realtà dopo i primi giorni di lezione sono molto preoccupato, come per tanti Triathleti la sfida sarà proprio il nuoto…”

Così nasce la nuova sfida di Davide vs Triathlon che seguiremo sui nostri canali ENDU, dal magazine a Instagram e Facebook, raccontando le novità e le frustrazioni di un ragazzo che vuole allenarsi per qualcosa di nuovo.

Come è stato per tutti noi che abbiamo iniziato con il triathlon, scoprire uno sport che si sa fare bene è niente se sommato ad altri due sconosciuti.

Nel triathlon ci vuole tanta passione e tanta costanza per raggiungere gli obiettivi.

Davide, prima di iniziare ad unire i tre sport,  dovrà diminuire i km in bici e sostituirli con tante ore in vasca e tante con le scarpe da running.

L’entusiasmo di Davide ha contagiato i social ed anche noi di ENDU, è stato quindi un piacere progettare insieme un’altra avventura ed eleggerlo nostro Ambassador.

Ricordatevi di visitare la pagina di ENDUdream per votare il progetto che preferite, non vediamo l’ora di iniziare una nuova avventura con i dreamers 2020.