Il “piccolo principe” si fa grande a Canazei

Il “piccolo principe” si fa grande a Canazei

Davide Magnini, 21 anni, ha annunciato la sua partecipazione alla seconda edizione della Golden Trail World Series dopo la vittoria alla Marathon du Mont Blanc a fine giugno, e durante questo fine settimana si è consolidato come uno dei favoriti della stagione.

ENDU

23 Luglio 2019

0

 Domenica mattina, il ventunenne italiano del Team Salomon ha disputato un’altra gara spettacolare, questa volta “in casa”, vincendo la DoloMyths Run in 2 ore e 28 secondi.

La dichiarazione di Davide Magnini al termine della Skyrace…

“Dopo la vittoria nella Vertical sapevo che in salita potevo giocare le mie carte, l’incognita era solo quanto avrei recuperato tra una gara e l’altra. Questa mattina ho visto che stavo abbastanza bene nella prima parte in salita e ho cercato di andare con il mio ritmo, di farmi guidare solo dalle mie sensazioni, di rimanere concentrato sulla salita e cercare di guadagnare il più possibile. Sono riuscito a realizzare un buon gap fino al Piz Boè, perché sapevo che poi in discesa gli altri atleti sarebbero stati più forti di me, come hanno dimostrato. Nella prima parte della discesa, più tecnica, sono riuscito anch’io a tenere un ritmo piuttosto forte, poi ho avuto un piccolo problemino, a metà mi si era infilato un sasso nella scarpa ed era un po’ dolorante; arrivato nella parte finale ho risolto il problema e sono riuscito a spingere bene fino all’arrivo e vincere con distacco”.

Stupisce il fatto che come hai raccontato hai applicato una tattica quindi c’è una certa maturità nonostante la tua giovane età…

“In una Sky come quella di oggi forse parlare di tattica è un po’ troppo perché su una gara così lunga non si possono attuare molti tatticismi. Si può partire a tutta e arrivare a tutta velocità, come penso ogni atleta oggi abbia oggi. Quando il percorso è un po’ più corto del solito, è più veloce, è così. Poi oggi c’era molta tensione sul fatto di poter battere questo fatidico record, il muro delle due ore quindi sapevo che tutti sarebbero partiti da subito fortissimo, ed io ho fatto uguale”.

Come ti senti ad aver vinto sia la Vertical che la Sky Race a due giorni di distanza?

“Un’emozione bellissima soprattutto perché è la Sky per eccellenza qui in Italia, poi in Trentino, nella mia regione con un pubblico calorosissimo e con gli organizzatori hanno messo a punto un evento, un weekend strabiliante;  un’emozione unica, sono felicissimo di essere riuscito a fare questa doppietta”

Dopo un meritato riposo, cosa farà Davide Magnini nei prossimi 7-10 giorni?

“Riposo, un po’ di studio ho degli esami da dare e aiuterò un po’ mio padre come sempre in negozio”.

Ph: @pegasomedia