Gli azzurri brillano all’XTERRA di Molveno.

Gli azzurri brillano all’XTERRA di Molveno.

Il COVID-19 ha flagellato una marea di competizioni in Italia, tra cui quelle del circuito XTERRA che però si è ripreso in questo finale di stagione con lo short track di Molveno, andato in scena tra sabato 3 ottobre.

Andrea Toso

04 Ottobre 2020

0

Il COVID-19 ha flagellato una marea di competizioni in Italia, tra cui quelle del circuito XTERRA che però si è ripreso in questo finale di stagione con lo short track di Molveno, andato in scena tra sabato 3 ottobre.

Il metodo di qualificazione della mattinata, funestata dal maltempo, vede la partenza in modalità rolling start, ogni 30” addirittura. Ruben Rufaza (Spagna)e Lukas Kocar (rep. Ceca) fanno segnare i migliori tempi tra i maschi seguiti dal favorito Arthur Serriares, campione europeo XTerra, il connazionale francese Francois Vie ed il nostro Filippo Rinaldi, nostro in quanto italiano ma pure ambassador ENDU, perdonate il campanilismo.

Nelle qualifiche femminili, rese ancor più problematiche dal vento alzatosi in maniera fastidiosa, si vede il tricolore in spolvero con Sandra Mairhofer al comando, seguita da Marta Menditto e Solenne Billouin. La campionessa del mondo Eleonora Peroncini fa registrare il 4° tempo mostrando un po’ di difficoltà.

Alle 14 il meteo non fa sconti per la finale maschile: la partenza a nuoto vede corrente ed onde nel lago di Molveno, la temperatura 12 gradi. Il ceco Kocar parte fortissimo superando e staccando Rufaza. Serrieres in crisi esce dall’acqua 12mo e recupera la quarta posizione con una magistrale frazione in mtb, tallonando il nostro Rinaldi. Rufaza recupera il gap su Kocar e rimarrà in testa fno al traguardo. I francesi Vie e Serrieres si sfidano Rinaldi per il terzo gradino del podio, ma una volta partiti nella frazione di corsa non ce n’è più per i Bleu, Filippo Rinaldi consolida la sua posizione con una gran frazione lasciando la medaglia di legno a Serrieres.

Un po’ di sole aiuta la gara femminile: la gara diventa presto un affare a 3 tra le italiane Mairhofer, Menditto e Peroncini con l’incomoda francese Billouin. La Menditto dopo una prima frazione ottima e una transizione perfetta si defila ma perde la testa a favore della Peroncini a causa di una caduta che la retrocede al quarto posto alla seconda frazione. La frazione di corsa stravolge la classifica: la Menditto spinge al massimo mentre la Peroncini deve cedere al ritmo della Mairhofer. Si arriva a uno sprint finale con la Menditto che taglia il traguardo davanti alla connazinale, terza la francese Billoiun, con la Peroncini che stacca la medaglia di legno, più che mai adatta al territorio trentino…

Con questa tappa di Molveno di chiude la stagione del circuito XTERRA, sperando il prossimo anno si torni a gareggiare normalmente in Italia come nel resto del mondo.