Giampiero Monti presto al BAM! Campfire in preparazione de The Two Volcano Sprint. ENDUdream2.

Giampiero Monti presto al BAM! Campfire in preparazione de The Two Volcano Sprint. ENDUdream2.

Dopo aver vinto il concorso ENDUdream 2 nella categoria Wild Experience, non è stato facile ricominciare a  cercare nuovi stimoli visto che per causa del Covid19 gran parte di tutte le gare ciclistiche nel mondo sono state cancellate. Il mio sogno era attraversare gli Stati Uniti da Ovest a Est su strade bianche.

ENDU

23 Settembre 2020

0

Dopo aver vinto il concorso ENDUdream 2 nella categoria Wild Experience, non è stato facile ricominciare a  cercare nuovi stimoli visto che per causa del Covid19 gran parte di tutte le gare ciclistiche nel mondo sono state cancellate. Il mio sogno era attraversare gli Stati Uniti da Ovest a Est su strade bianche.

Pedalare sui rulli per 2 mesi sognando di tornare all’aria aperta e piano piano ricominciare a sperare.Sperare di rivedere gli amici di sempre,con i quali hai pedalato tante volte e con i quali basta una battuta o una risata per far dimenticare i problemi della settimana lavorativa.

Gli sfotto’ per chi arriva per ultimo in cima alla salita o per chi non paga mai il caffè.

Poi un po’ alla volta si è ritornati alla normalità ma senza mai abbassare la guardia.

A oggi grazie ai partner di ENDUdream2 La Sportiva, Sportler, gli integratori Volchem e soprattutto Cannondale che mi ha fornito la splendida TopStone riesco ad allenarmi  meglio e ho trovato una  nuova sfida nella The two Volcano sprint.
Scalare Vesuvio ed Etna partendo da Ercolano per arrivare in Sicilia dopo 1100 km e 24000 m D+ da portare a termine in 5 gg dal 18 ottobre.

Molti mi chiedono come ci si allena ad una gara di questo tipo.

Io faccio dei lunghi giri in solitaria crescenti come chilometraggio, cercando di non dormire la notte per abituare il fisico. Lo stare da solo ti insegna ad ascoltarti, a provare nuove attrezzature cercando di non trovarti davanti a problemi difficilmente risolvibili.
Per esempio quest’ultimo weekend sono partito dalla mia città di buon mattino percorrendo 430 km arrivando a Viareggio e tornato per un dislivello di circa 4000m.

Il prossimo  weekend  sono stato invitato grazie all’interesse di Cannondale Italia, al BAM!CAMPFIRE, presso il Rifugio Lausen sui Monti Lessini, un avvenimento che sognavo da diverso tempo, un ritrovo tra persone che hanno fatto  della bicicletta la scelta di vita: dai lunghi viaggi con tenda e bagagli ad una birra intorno al fuoco raccontando aneddoti.

Così sabato prossimo, 26 settembre,  partirò in sella alla mia Cannondale Topstone da Forlì per raggiungere questa “comune” di ciclisti riscaldandomi con circa 450 km.

Non vedo l’ora di ascoltare i racconti degli altri ciclisti!!!

Anche questo è allenamento.  Io non amo le tabelle, per prepararmi a questi avvenimenti mi invento dei lunghi viaggi per andare a trovare amici lontani, senza preoccuparmi di velocità, watt o ripetute ecc.

La bicicletta, nella mia visione, va vissuta nella sua bellezza intrinseca: fermarsi a fare una foto davanti ad un tramonto o ad un paesaggio e uscendo magari dalla traccia stabilita perché  richiamati da un sentiero o da uno specchio d’acqua.

Questo è quanto rappresenta per me l’essenza della bici e nonostante il lockdoown sono pronto ad affrontare anche la prossima sfida della 2 Vulcani.

Restate sintonizzati, non vedo l’ora di raccontarvi cosa succederà il 18 ottobre😉