Come rendere indimenticabile il giorno della gara con la famiglia

Come rendere indimenticabile il giorno della gara con la famiglia

Noi triatleti e amanti degli sport di endurance parliamo sempre di noi, dei nostri allenamenti, delle nostre gare… Proviamo per […]

Dad 2 Tri

17 Novembre 2015

0

Noi triatleti e amanti degli sport di endurance parliamo sempre di noi, dei nostri allenamenti, delle nostre gare… Proviamo per una volta a metterci nei panni dei nostri familiari?

Questo articolo è pensato proprio per loro: fallo leggere a chi ti accompagna alle gare, troverà molti consigli utili per rendere indimenticabile (anche per loro) il giorno della gara! Perché andare alla gara con la famiglia è ancora più bello!

Dopo mesi e mesi di duri allenamenti e di sacrifici, per il tuo triatleta è finalmente arrivato il momento della gara tanto attesa e sognata! Sai bene che non è stata dura solo per lui, ma anche per tutta la tua famiglia! Quanti sacrifici e rinunce avete sopportato in questi mesi?

Ora è arrivato il momento di chiedere al tuo triatleta un regalo in cambio: trasformare il giorno della sua gara in una festa per tutta la famiglia.

Approfittate dell’occasione della trasferta per una bella vacanza tutti insieme, con la “scusa” di fare il tifo per lui e festeggiare con il coronamento del lungo percorso fatto insieme.

Vediamo allora 5 consigli per rendere indimenticabile il giorno della gara… per tutta la famiglia.

1. Scegliete la località giusta per la gara

Un triatleta sceglie la gara guardando soprattutto le caratteristiche del percorso… ma ti conviene giocare d’anticipo: quando sceglie a quale gara iscriverti, ricordagli di pensare anche alla famiglia!

Un primo aspetto che dovreste valutare insieme è la lunghezza del viaggio, soprattutto se in famiglia ci sono dei bambini piccoli.

Come sicuramente avrai scoperto viaggiano con i tuoi cuccioli, i bambini non amano stare in auto a lungo. Un trucco per non farli stancare in auto è quello di viaggiare la mattina presto, quando dormono ancora, oppure durante il pisolino del pomeriggio, spezzando il viaggio in più tappe, se necessario. Le soste saranno un’occasione per scoprire le bellezze delle zone che attraverserete nel viaggio.

Un altro aspetto importante per rendere indimenticabile la vostra vacanza è scoprire che cosa offre la città che ospiterà la gara: informatevi in anticipo sulle attrazioni interessanti per tutta la famiglia: parchi, giardini, centri storici, musei…

Ricorda al tuo triatleta che la trasferta non dura solo per le ore della sua gara: nei giorni precedenti ed eventualmente successivi potrete scoprire insieme la città… senza stancarsi troppo però!

La posizione dell’alloggio è un altro punto cruciale: quando scegliete la vostra sistemazione, non trascurate la distanza dalla sede della gara. Probabilmente la mattina della gara lui andrà alla partenza in anticipo, e voi lo raggiungerete più tardi per fare il tifo. Al vostro arrivo, vi consiglio vivamente di informarvi sulla viabilità nel giorno della gara e su eventuali chiusure del traffico. E ricordate che, se avete bambini piccoli che non possono camminare a lungo, il passeggino sarà un tuo prezioso alleato.

In una gara a cui ho partecipato a Zurigo, il nostro appartamento distava solo 3 km dalla sede della gara, e la mia famiglia prevedeva di raggiungermi all’orario della partenza con i mezzi pubblici. Purtroppo abbiamo scoperto solo la mattina della gara che i mezzi pubblici erano deviati perché la viabilità nella zona della gara era chiusa al traffico! Purtroppo mia moglie ha dovuto percorrere i 3 km a piedi con la nostra bambina in spalla… Se avessimo portato il passeggino!

2. Studiate in anticipo il percorso

Il tuo triatleta avrà sicuramente imparato a memoria ogni minimo dettaglio del percorso di gara. Ma anche a voi accompagnatori conviene dare un’occhiata alle mappe e, quando arriverete sul posto, fare un sopralluogo nei giorni precedenti la gara, alla ricerca dei posti ideali per posizionarsi tra il pubblico per fare il tifo.

La partenza, l’uscita dall’acqua, l’uscita dalla zona cambio, e naturalmente il traguardo… sono questi i “punti caldi” dove si accalcheranno tutti gli spettatori. Se hai dei bambini, meglio trovare dei punti un po’ defilati in cui i piccoli non siano schiacciati dalla folla.

3. Non annoiatevi durante la gara

Il tuo triatleta è preparato ad affrontare una gara che durerà molte ore (dalle 3 ore per un Olimpico fino alle 12 ore e oltre per un Ironman), e tu? Restare in giro per molte ore può essere stancante, e i bambini hanno una pazienza limitata. Conviene avere un “piano d’azione” che preveda tante alternative da proporre loro.

Informati in anticipo su tutto quello che offre l’area intorno alla gara: parchi giochi, negozietti, qualche locale tipico per una merenda, senza dimenticare una zona tranquilla per un pisolino.

I bambini si annoiano quando non sono coinvolti in quello che state facendo: che ne dici allora di affidare loro dei piccoli compiti, come portare le proprie cose, consultare la mappa, o tenere conto del tempo impiegato dal vostro triatleta?

Sicuramente, tra il pubblico, troverai altre famiglie con bambini che sono lì per fare il tifo per il loro triatleta. Non siate timidi, fate amicizia con i genitori di ragazzi della stessa età dei vostri: loro cominceranno subito a giocare insieme, e tu potrai rilassarti un po’!

4. Siate pronti ad ogni evenienza

Come il tuo triatleta è pronto ad ogni evenienza, anche tu dovresti avere una strategia per ogni necessità:  pianifica in anticipo il pranzo, identificando fin dalla mattina il posto ideale dove pranzare: un ristorante, un bistrot o anche un prato, se vorrete fare un picnic.

Non dimenticare che quando arriverà l’ora di pranzo e i bambini diranno «ho fame!» avrei come sempre pochi secondi per reagire senza scatenare capricci! E non dimenticare di avere sempre in mente dove sono i bagni.

A seconda della località della vostra vacanza, e quindi al clima che vi aspettate di trovare, avrai pensato al tipo di abbigliamento da portare. Ma preparati ai cambiamenti di clima nel corso della giornata, dal fresco della mattina al caldo di mezzogiorno: il consiglio di vestirsi a strati è sempre valido, e un capiente zaino è l’ideale per riporre le giacche quando non servono più, e allo stesso tempo avere sempre la mani libere.

Sempre pensando all’abbigliamento, ti sembrerà banale ma non dimenticare di indossare le scarpe più comode che hai: sarà una lunga giornata in piedi anche per te!

5. Siate dei supporter da sogno

Anche se il tuo triatleta sarà presissimo dalla sua gara, ti posso garantire per esperienza diretta che ad ogni passaggio nel punto dove sarete voi scruterà il pubblico alla ricerca dei vostri visi!

Volete fargli una sorpresa che non dimenticherà? Indossare delle magliette coordinate e riconoscibili, con i suoi colori preferiti, o stampandovi sopra uno slogan personale, per farvi subito riconoscere tra il pubblico!

Un’altra idea per intrattenere e coinvolgere i bambini, e allo stesso tempo fare il tifo in modo coinvolgente, è preparare dei cartelli da esporre al passaggio del vostro triatleta. Anziché farli a casa, portate il necessario e proponete ai ragazzi di disegnarli durante l’attesa.

E alla fine di questa lunga giornata, non perderti il momento che tutti avete aspettato e sognato per mesi: il traguardo.

Ti consiglio di posizionarti al traguardo almeno mezz’ora prima dell’orario a cui il tuo triatleta prevede di arrivare: molti triatleti sono prudenti nelle stime, ma non vorrai arrivare quando il tuo triatleta ha già la medaglia al collo, vero?

Per il dopo gara, vi consiglio di concordare un punto di ritrovo nell’area del villaggio gara. L’accesso all’area dopo il traguardo non è consentito agli accompagnatori e a volte, tra ristoro  e ritiro borse, occorre parecchio tempo prima di uscire.

Un ultimo consiglio: non dimenticare un carica batterie portatile per il tuo smartphone: non vorrai restare senza foto o senza poter ritrovare il tuo triatleta alla fine della gara!

 

Uff… questa maratona (anche per la famiglia) è finita! Sembra faticoso, eh? Beh, spero che, oltre a tenere conto di tutti questi consigli pratici, vorrai ricordarti che questa gara è un momento speciale per tutti, e sarebbe bello viverla tutti insieme con un bel sorriso! :-)