ENDUdream2 al BAM firecamp Edition con Giampiero Monti e Cannondale.

ENDUdream2 al BAM firecamp Edition con Giampiero Monti e Cannondale.

Grazie al contatto con Cannondale Italia il nostro ENDUdreamer Giampiero Monti ha partecipato al BAM Firecamp Edition, un ritrovo per gli amanti dell’avventura su due ruote. Una disdetta per il nostro Ambassador non poter raccontare l’attraversata degli States con la sua bici, bloccato dalla pandemia…

ENDU

01 Ottobre 2020

0

Sabato 26 settembre nonostante il sold out grazie Cannondale Italia, sono stato invitato al BAM Campfire Edition, un ritrovo di amanti della Bicicletta, in particolare dei viaggi, che si è svolto al Rifugio Lausen, sui monti della Lessinia.

Il  BAM è riassumibile come la festa di fine stagione in cui  si possono ritrovare vecchi amici e conoscerne di nuovi.

Sono arrivato a Verona verso le 12.30 e da lì sono salito sino a Roveré Veronese dove avevo prenotato una camera per la notte  e dopo aver fatto il check in sono risalito in bici per scalare la strada che porta al rifugio che dista circa 10 km.

Lungo la strada una carovana  di ciclisti variopinta, vedo le biciclette più strane, alcune cariche di borse, tende da campeggio, sacchi a pelo in vero spirito bike packing, da biciclette datate e biciclette super nuove, dall’acciaio al carbonio.

Una volta arrivati ai piedi del rifugio vengo accolto da un ragazzo che mi grida metti il rapporto piu’ leggero che hai, sta iniziando la salita! Dentro di me penso “ma cosa sarà mai… ” subito dopo ho capito. Una rampa tutta in cemento alternata da una specie di scalinata, probabilmente utile d’inverno per scendere mantenendo grip, la pendenza minimo al 18-20%. Mentre salgo mi dico che tanto io non metto il piede a terra, MAI.
Le ultime parole famose gli ultimi 100 m a piedi a spingere insieme a tutti quelli che mi precedevano e che stavo bullizzando nella mia testa.

Il tempo è un po’ coperto, scatto qualche foto, entro in rifugio per bere un caffè e all’improvviso pioggia mista a neve!

NOOOO!!!

Mangio una fetta di torta per ingannare il tempo, mi si avvicina un ragazzo che ha visto il mio cappellino della North Cape 4000 e mi fa domande sulla gara e da lì parte il racconto della mia esperienza, ogni occasione è buona per condividere l’esperienza, questo è il fine del BAM Campfire Edition.

Dopo qualche minuto di nevischio è già tornato il sole, alle 16 cominciano le interviste ai Viaggiatori. Io me ne sto seduto in prima fila a godermi i racconti, davvero i più disparati… Un ragazzo che è stato via 5 anni ( ma questi non lavorano?), una coppia che viaggia sempre in tandem, una coppia di donne sposate che amano viaggiare e condividere anche il cicloturismo, un giovane sportivo che dopo varie fratture gravi contro il parere dell’ortopedico, strano eh?!?, come fisioterapia si può partire per Capo Nord a piedi trascinando con sé  il carrellino in autosussistenza…
…e ancora una
 coppia di romani che il Covid ha bloccato in Perù facendoli tornare dopo 2 anni, il loro progetto era scalare in bici le 7 vette più alte al mondo.

Il bello di tutto ciò è che sono (siamo?) persone normali, alcune anche sovrappeso, che usano la bicicletta come mezzo per raggiungere le mete che si sono prefisse. Tutti si cerca sponsor per le proprie imprese, che sia la bicicletta, i materiali, come detto o si lavora o si vive i sogni…

Verso le 20 il freddo diventa pungente, sono ben coperto ma decido che per me la festa finisce qui. Col buio torno all’hotel e dopo una bella doccia e un’ottima cena, il mi pensiero va a quelli che Stanno per dormire all’addiaccio. La notte il termometro scende a -1, hanno anche ballato per scaldarsi, io non ho più l’età per queste cose.

Al risveglio la mattina di domenica inforco la bici e mi godo un giro per i monti della Lessinia che vi consiglio di visitare. In soli 50 km ho scalato 1600 m di dislivello, se vi piace la salita è il posto giusto e anche i panorami meritano.

Lungo la via del ritorno poi tanti ciclisti da soli, in coppia, in gruppi che pedalano mesti verso Verona, punto di ritrovo per la ripartenza.

La Festa è finita, arrivederci al prossimo BAM, forse avrò nuove storie da raccontare, sicuramente tante da ascoltare, perché al BAM Campfire Edition si vive anche la vita degli altri.