DEEJAY TRI Senigallia,  Pozzatti e Spimi trionfano nell’Olimpico ospitato dai DEEJAY Xmasters

DEEJAY TRI Senigallia, Pozzatti e Spimi trionfano nell’Olimpico ospitato dai DEEJAY Xmasters

Arrivo in coppia per il podio dello Sprint Silver con Nicolò Ragazzo e Lilli Gelmini

ENDU

22 Luglio 2019

0

Ad infiammare il caldissimo e intenso weekend di chiusura dei DEEJAY Xmasters ci hanno pensato gli oltre 1.000 triatleti protagonisti di DEEJAY TRI Senigallia, il secondo appuntamento dedicato agli appassionati della triplice disciplina targato Radio DEEJAY e TriO Events.

Dalla spiaggia di velluto della località marchigiana su Lungomare Mameli, immersa nello scenario del sempre più partecipato summer event degli action sports, la partenza e l’arrivo nella giornata di sabato dell’Olimpico Silver (1500m – 40km – 10km) e domenica dello Sprint Silver (750m – 20km – 5km).

Nella distanza olimpica ha varcato per primo la finish line Gianluca Pozzatti (707) in 1h50’46’’, seguito dal compagno di squadra Luca Facchinetti (707) in 1h51’15’’ e Jacopo Butturini (Cus Verona) in 1h52’32’’. Al femminile, vittoria per Sharon Spimi (The Hurricane SSD) in 2h10’10’’, seguita da Lilli Gelmini (T.D. Rimini) in 2h12’11’’ e Chiara Ingletto (Firenze Tri) in 2h15’30’’.

Bellissimo arrivo in coppia, invece, per i trionfatori dello Sprint Silver con la rivincita di Nicolò Ragazzo (The Hurricane SSD) in 58’05’’ e Lilli Gelmini (T.D. Rimini) in 1h06’05’’, dopo i rispettivi quinto e secondo posto nella distanza olimpica. Tra gli uomini, tornano sul podio Gianluca Pozzatti (707) in 58’26’’ e Jacopo Butturini (Cus Verona) in 58’41’’, mentre, tra le donne, secondo posto per Elisa Marcon (The Hurricane SSD) in 1h06’53’’ seguita da Francesca Ferlazzo (ASD Spezia Triathlon) in 1h07’34’’.

Ci tenevo a partecipare a questo weekend di competizioni sia per l’alto livello organizzativo – ha dichiarato il vincitore dell’Olimpico Silver Gianluca Pozzattisia per rodare i motori e fare un po’ di ritmo gara dopo la delusione della Coppa del Mondo in Ungheria. Gli avversari mi hanno aiutato di certo a spingere. Abbiamo percorso la frazione di ciclismo a circa 41 km/h di media trovando un ottimo accordo. Ho condiviso la prima parte della frazione di corsa con un grande compagno, Luca Facchinetti, per poi accelerare intorno al quarto km e staccarmi definitivamente”.

Dopo un periodo negativo nel nuoto, da cui provengo – ha dichiarato la vincitrice dell’Olimpico Silver Sharon Spimioggi volevo dare la prova di aver ritrovato me stessa. La mia frazione è sempre stata il ciclismo, mentre nella corsa quest’anno sto lavorando molto per migliorare. Sono davvero contenta di questo risultato, raggiunto lavorando di testa, anche perché mi sono battuta per il podio con un’atleta del calibro di Lilli Gelmini”.

“Nell’Olimpico ho accumulato la rabbia giusta per conquistare lo Sprint – ha dichiarato il vincitore Niccolò RagazzoVenendo da un periodo di carico, volevo vedere come rispondevano le gambe contro i grandi avversari presenti e un piccolo dolore non mi ha permesso di dare il meglio, nonostante il buon quinto posto. Oggi è stata la mia rivincita. Sapevo che l’uomo da battere era Gianluca Pozzatti ed è andata molto bene!”

“Questa mattina ho provato la partenza tante volte per non sbagliare – ha dichiarato la vincitrice dello Sprint Silver Lilli Gelmini – Dopo la sfida che ci siamo lanciate, Sharon Spimi ha provato ad andare via a nuoto e anche in bici ha pedalato forte, ma ho tenuto testa e nella corsa sono andata via subito per strappare questa vittoria!”

In campo sulla distanza sprint anche il Consigliere delegato allo Sport del Comune di Senigallia Lorenzo Beccaceci:

Davvero una bellissima gara, caratterizzata da un entusiasmo contagioso. Nel weekend tante persone per la prima volta si sono messe alla prova in questa splendida disciplina. Rispetto alla mia gara, nella frazione di nuoto mi sono fatto spingere proprio dall’energia che si respirava e anche in quella di ciclismo ci siamo aiutati molto con gli altri ragazzi. Il movimento sportivo sta crescendo e devo ringraziare Radio DEEJAY e TriO Events per la grande qualità organizzativa di questa competizione”.

Il programma e i percorsi

Il tracciato della frazione di nuoto ha visto gli atleti impegnati in un unico giro di 750 m per la distanza sprint e di 1500 m per quella olimpica con la zona cambio sul litorale. La frazione di ciclismo ha toccato i punti più panoramici del territorio marchigiano. Dopo un iniziale tratto di lungomare verso il centro storico, costeggiando il fiume Misa, i partecipanti hanno percorso la complanare fino all’imbocco della strada della Bruciata, che conduce nell’entroterra nella frazione di Monterado. Da qui è partito il rientro a ritroso per lo Sprint Silver. Per l’Olimpico Silver, invece, ancora una salita impegnativa di 2.5 km, al termine della quale è cominciato il rientro verso Senigallia su strada collinare parallela al tracciato dell’andata, fino a raggiungere nuovamente la zona cambio.

La frazione di corsa ha seguito il tratto di costa adriatica che si snoda dal lungomare Mameli fino al porto, entrando per un breve segmento nel centro storico. Il percorso ha previsto anche l’attraversamento di due ponti sopra il fiume Misa. Multilap di due giri per la distanza olimpica, giro unico per la sprint.