Corsa e Obiettivi: i traguardi

Corsa e Obiettivi: i traguardi

Ti capita mai di fare cose per caso, senza una ragione?
O davvero c’è sempre un motivo che ti spinge all’azione?

Riccardo Mares

07 Febbraio 2019

0

Qualche mese fa scrissi un post dal titolo “Perché corri” raccogliendo utili e simpatiche varianti da amici e conoscenti che mi hanno portato a riflette sul discorso Corsa e Obiettivi.

Mi piacerebbe però approfondire un po’ di più come si sviluppa il processo che ci porta a correre. Escludendo chi corre perché “boh”, ognuno di noi corre per un motivo: chi per dimagrire, chi per stare in forma, chi perché la moglie lo sbatte fuori di casa…, chi per agonismo.

Tutti ottimi motivi: credo che per ognuno esista un valido obiettivo. Chi è alle prime armi, probabilmente avrà come obiettivo riuscire a correre per 10-15 minuti consecutivamente.

Poi, solitamente, il processo porta al volersi spingere alla mezz’ora e all’oretta. Infine, chi si fa ingolosire, inizia a mettere i puntini sulle i, magari dando più peso all’app di turno sullo smartphone o allo sportwatch. Gli obiettivi passano da quelli legati al tempo-durata, a quelli legati alle performance.

Personalmente ricordo come fosse ieri la prima volta – che non è proprio tanto tempo fa – in cui sono sceso sotto l’ora per fare 10 km. Sento ancora quell’emozione che ormai era lì da qualche settimana, sfumata per 10-20 secondi.

Poi, se uno è fortunato, il fisico regge e non ci sono impedimenti, si inizia ad essere sempre più ambiziosi. Così magari arrivano anche i 10 km sotto i 50 minuti oppure i 5 km sotto i 20 minuti, etc…

La corsa è uno sport spudoratamente personale, in cui il primario avversario siamo noi stessi. La stessa Garmin ha introdotto da qualche anno nei suoi smartwatch  l’avversario virtuale (virtual partner), tanto per dare maggiori stimoli per chi magari non ha la possibilità di allenarsi in gruppo o in compagnia. Diventiamo i nostri più acerrimi nemici, per riuscire a limare anche solo qualche secondo dall’allenamento o dalla gara precedente.

Analizziamo in dettaglio Corsa e Obiettivi “reali”

Obiettivi nella corsa sono anche gli stessi allenamenti, soprattutto se si è guidati da un coach che sa bene misurare potenzialità e limiti. Ricordo ancora le sfide (alcune delle quali le ho capite dopo) che durante #RoadToVenice mi lanciava Emiliano Agnello: solo il pensiero di mandargli la email con scritto “non ce l’ho fatta” mi infastidisce tutt’ora.

Avere obiettivi “reali” (= GARE) nel mondo della corsa diventa fondamentale per una buona pianificazione degli allenamenti. Senza entrare nel tecnico, le routine di allenamenti si dividono in macro meso e micro cicli (se vuoi approfondire leggi il post di Martin Trout) e per impostarli a dovere la conditio sine qua non è identificarli: tipo di gare, periodo disponibile per allenarsi, data delle gare, …

Tornando nel micro ciclo, obiettivo è anche preparare la scenografia dell’allenamento. Chi si allena al campo d’atletica ha già praticamente tutto pronto. Chi – come me – si allena in strada è buona norma che prenda dei punti di riferimento soprattutto per gli allenamenti più intensi e corti (ripetute 200-400-800). Personalmente ho provato a seguire questi allenamenti su percorsi non tracciati e le performance sono totalmente diverse.

Tra gli obiettivi aggiungo anche la necessità di essere obiettivi. Se da giovani abbiamo la possibilità di sognare (sempre senza illudersi o farsi illudere) con l’età il riconoscere i propri limiti oltre ad essere un marcatore di traguardi deve diventare un oggettivo modo di comprendere le proprie possibilità.

All’alba dei miei 42 anni mi sento probabilmente più forte di quando ne avevo trenta, ma spesso tempi di recupero e cronometro non sono d’accordo con me. Agli innumerevoli impegni lavoro/famiglia (come tutti più o meno) si aggiunge che le risposte del proprio corpo cambiano. Si, mi piacerebbe correre una maratona sotto 3h15m e una mezza sotto 1h30m, ma bisogna riconoscere se sono obiettivi alla propria portata. Non è arrendersi, è prendere le giuste misure, essere sufficientemente maturi (come???) per crearsi obiettivi diversi ;)

Tu che obiettivi hai prossimamente? Come gestisci la tua corsa? Dai raccontami, sono certo abbiamo un sacco di cose da condividere.