Correre con le alte temperature, quali sono rischi e benefici?

Correre con le alte temperature, quali sono rischi e benefici?

L’estate è ormai alle porte e se ancora non fa molto caldo, le alte temperature non tarderanno ad arrivare. Io amo […]

Karen P. Sport

02 Giugno 2015

0

L’estate è ormai alle porte e se ancora non fa molto caldo, le alte temperature non tarderanno ad arrivare. Io amo correre con il sole, ma quando fa troppo caldo risulta un po’ difficile.

C’è chi pensa che fare sport con queste condizioni climatiche faccia sudare di più e quindi dimagrire altrettanto e quindi opta per correre nelle ore più calde della giornata. Non funziona proprio così. Si dimagrisce di più al freddo perché sembra che la bassa temperatura vada ad agire su un particolare tipo di grasso chiamato “grasso marrone”: quest’ultimo è il responsabile dei depositi adiposi. Se si corre al freddo si consumano più calorie di quando la temperatura è mite. Qualcuno sostiene che succede così perché il corpo, oltre a spendere per creare i movimenti della corsa, deve provvedere anche ad aumentare la temperatura corporea.

Correre con il caldo diminuisce notevolmente le prestazioni. Le alte temperature riducono il ritmo di corsa addirittura del 20 %. Per raffreddarsi il corpo cerca di pompare il più possibile sangue verso i tessuti esterni, in modo che per radiazione e scambio di calore con l’esterno questo si raffreddi. Per questo diventa molto più affaticato! I battiti medi al minuto possono crescere fino a 20 più del normale.

I sintomi per capire che il vostro corpo non resiste più a quella temperatura:
– Crampi
Sono dovuti alla perdita di sodio e di fluidi attraverso la sudorazione. Reintegra al più presto i liquidi ed i sali minerali persi.
– Colpo di calore
Potresti accorgerti di avere: nausea, disorientamento, vomito, urine scure, crampi, malditesta, giramenti di testa, stato confusionale, tachicardia. In questi caso forse è il caso di ridurre, stai esagerando.Bisogna subito portarsi in una zona ombrata.

Se si decide comunque di correre allora bisogna tenere in considerazione tre elementi. Prima di tutto l’orario in cui ci si allena. Chiaramente evitare le ore più calde dalle 10 alle 16 e preferire la mattina o il tardo pomeriggio. In particolare di mattina “ il nostro organismo, quindi i nostri ormoni sono predisposti in maniera tale da attivarsi per affrontare la giornata al meglio, quindi aumentano la loro attività Lipolitica (consumo di grassi). Altri elementi fondamentali sono l’alimentazione e l’idratazione: in questo periodo come non mai è fondamentale mantenere un’alimentazione sana ed equilibrata per sopperire allo stress causato dall’allenamento a temperature elevate. Fondamentali sono la frutta e la verdura di stagione. Gli esperti raccomandano di inserire nei vari pasti della giornata da cinque a nove porzioni di ortaggi e frutti. Questi vegetali sono ricchi di vitamine (A, E, C con azione antiossidante e gruppo B, per il metabolismo dei carboidrati e delle proteine) e di minerali (potassio, magnesio, calcio, ferro, selenio, cromo e altri oligoelementi). E’ importante idratarsi durante la corsa perchè si perdono tantissimi liquidi quindi è importantissimo reintegrarli. Infine scegliere accuratamente l’abbigliamento: indossare sempre degli indumenti traspiranti e tecnici. I tessuti non tecnici o in cotone, potrebbe crearci dei problemi di eccessiva perdita di liquidi e quindi condurre il nostro organismo a stadi di disidratazione. Inoltre i tessuti di cotone trattengono il sudore e si bagnano più facilmente . Un abbigliamento pesante rallenta la corsa quindi meglio coprirsi il meno possibile.

Alla fine dell’allenamento è importante far diminuire la temperatura corporea in maniera progressiva prima di fare la doccia: spruzzare dell’acqua e bere una bevanda glucidica per riprendere energia.

Corri responsabilmente!