Il performance coach, ovvero: come trovare la motivazione nello sport

Il performance coach, ovvero: come trovare la motivazione nello sport

Come trovare la motivazione nello sport. Se lo chiedono in tanti. In gara, così come in allenamento, è facile perdere […]

ENDU

08 Ottobre 2018

0

Come trovare la motivazione nello sport. Se lo chiedono in tanti.
In gara, così come in allenamento, è facile perdere gli stimoli e lasciarsi sopraffare da sensazioni negative, come ansia o fatica. Il modo per contrastarle, però, c’è. Ci spiega come Fabio Bussacchini, “licensed sports performance coach”.

come trovare la motivazione nello sport

Il licensed sports performance coach è una figura professionale ufficialmente riconosciuta in Italia.
Di cosa si occupa? Di migliorare la motivazione, la performance e la gestione dell’allenamento negli sportivi.

“Ci sono diverse strategie che si possono mettere in atto per ottimizzare non solo la motivazione ma anche la propria Performance in gara. Modificare anche solo il proprio atteggiamento può essere una scelta vincente, capace di cambiare il corso di una gara”.

come trovare la motivazione nello sport

Fabio parla per esperienza. Sta infatti seguendo diversi atleti di endurance e li sta aiutando nel percorso per il raggiungimento dei loro obiettivi.

“Solitamente – spiega – suddivido il campo di azione in tre elementi, che sono applicabili sia prima che durante la gara. La cosa fondamentale è il focus, l’obiettivo. È ciò che ci dà la motivazione non solo nello sport ma anche nella vita di tutti i giorni. È attorno al focus che decidiamo come trovare la motivazione. In particolare chiedo agli atleti che seguo di concentrarsi su tre focus fondamentali: focus mentale, postura e ambiente”.

“Molto spesso è l’atteggiamento che ipoteca un successo o, al contrario, un fallimento. Molte volte l’esito di una gara o un allenamento è già scritto ancora prima della partenza. Se ci si concentra solo sulle difficoltà che si incontreranno, il cervello, e questo è stato provato scientificamente, si creerà un film il cui finale è facilmente prevedibile; un film talmente realistico che il cervello stesso non saprà più distinguerlo tra ciò che è vividamente immaginato e ciò che è realmente vissuto, e lo trasformerà in realtà”.

come trovare la motivazione nello sport

Allora, come comportarsi?

“Ad esempio si può ricorrere ad un esercizio molto semplice, sia nei giorni che precedono la gara, sia quando ormai vi trovate sulla linea di partenza: basta chiudere gli occhi per 5-10 minuti e visualizzare quello che volete dalla vostra corsa, fin nei minimi dettagli: i passaggi più belli, il superamento di una difficoltà. Restate concentrati sulle sensazioni positive. Non pensate alla stanchezza, piuttosto pensate alle energie che ancora sentite di avere. Portare l’attenzione sul vostro respiro e ringraziate il vostro corpo per quello che sta facendo”.

Fate attenzione alla postura!

Vi sembrerà impossibile ma – e anche questo è stato dimostrato scientificamente – la postura influenza tantissimo lo stato emozionale.
“Provate a farci caso: chi sta subendo emozioni depotenziate o negative ha le spalle ricurve, lo sguardo basso, il petto in dentro e gli angoli della bocca rivolti verso il basso. Se affrontate una gara partendo con questa impostazione, sarà difficile uscirne soddisfatti. Cercate invece di assumere quella che io chiamo “la postura del supereroe”. Avete un supereroe preferito? Bene, focalizzatelo e imitatelo. Davvero, vi aiuterà a migliorare la performance. Provare per credere. Non è fantascienza, è soli una questione di biochimica. Alzare gli angoli della bocca come per riprodurre un sorriso, ad esempio, stimola l’organismo a rilasciare serotonina, il cosiddetto ormone del buonumore, e dopamina, l’ormone della felicità. Portare il petto in fuori, tenere la testa alta, mantenere il controllo delle gambe, dei muscoli e della respirazione, insieme al giusto focus mentale ha un effetto potente, in grado di prevalere sulla stanchezza. Controllate la vostra postura, in allenamento, quando fate più fatica, così come in gara e se vi rendete conto che non è quella giusta, correggetela”.

come trovare la motivazione nello sport

Anche l’ambiente vuole la sua parte

Tutto ciò che ci circonda ci influenza, in positivo o in negativo. Per questo è importantissimo fare attenzione al contesto in cui ci muoviamo e ai suoi dettagli.
“Prima della gara, ad esempio, parlate con chi l’ha già corsa, guardate video e immagini motivanti, o qualunque altra cosa possa rafforzare il pensiero che andrà tutto bene. Ricorrete ad un gesto per voi rassicurante, motivante, o comunque legato a emozioni positive. Può essere un gesto scaramantico, ma anche un oggetto, una frase motivazionale, in grado di darvi la spinta che vi serve. Fatevi scrivere sul braccio “in bocca al lupo” da vostro figlio, o dal vostro migliore amico. Vi basterà guardarlo per trovare nuova energia. Non solo. Mentre correte lasciatevi contagiare da ciò che di positivo vi circonda:  ascoltate la musica, fatevi caricare dal tifo sul percorso, osservate il cielo azzurro, il sole, ma anche la pioggia, con la sua potenza rigeneratrice. Tutto ciò che è vitale vi può dare una mano”.

Ricapitolando: focus, postura, ambiente!

Questi tre elementi, uniti insieme, possono fare la differenza.
“Perché la loro simbiosi sia efficace è consigliabile … “allenarsi”. Il cervello si può guidare ma per indurlo a seguire gli stimoli più motivanti, a trasformare i pensieri negativi in positivi, va educato e, appunto, allenato. Per fortuna sono pratiche molto semplici, che si possono mettere in atto tutti i giorni: mentre si fa sport, ma anche al lavoro o nella vita personale”.

E se nonostante questo la gara dovesse andare male?
“Voi pensate ad affrontarla con la giusta motivazione, e con l’obiettivo di stare bene, di divertirvi. Se alla fine il tempo non sarà quello sperato, avrete sicuramente di che migliorare con un buon piano di allenamento“.