Charlotte Bonin vince il titolo italiano di Triathlon Olimpico a Lerici

Charlotte Bonin vince il titolo italiano di Triathlon Olimpico a Lerici

Il ritorno di Charlotte Bonin, a dieci anni dal primo titolo nel 2008, bissato poi nel 2013, l’atleta portacolori delle […]

ENDU

08 ottobre 2018

0

Il ritorno di Charlotte Bonin, a dieci anni dal primo titolo nel 2008, bissato poi nel 2013, l’atleta portacolori delle Fiamme Azzurre vince il suo terzo titolo italiano in carriera al triathlon olimpico di Lerici, dopo quelli di Tarzo Revine e Sapri.
Charlotte Bonin, cha ha partecipato a Rio 2016 e Pechino 2008, ha preceduto al traguardo due atlete Under 23 Luisa Iogna Prat (DDS), campionessa di categoria U23 e Federica Parodi (T.D. Rimini). Sul terzo gradino del podio della categoria U23 si è classificata Sharon Spimi (Triathlon Team Riccione).

Charlotte Bonin - Titolo italiano Triathlon Olimpico

La gara

Alle 10.30 lo start alla gara femminile con un gruppo di tre atlete subito al comando – Sharon Spimi (TTR), Alessia Orla (DDS) e Charlotte Bonin (Fiamme Azzurre) – a forzare i ritmi per spezzare subito il gruppo in più tronconi. All’uscita della prima frazione sono Alessia Orla e Sharon Spimi ad essere appaiate con la Bonin subito dietro a 4”. Dietro di loro è Elisa Marcon (The Hurricane) a 9” a precedere Luisa Iogna Prat (DDS) a 20” dalla testa e un gruppetto di tre atlete composto da Michela Pozzuoli (Minerva Roma), Federica Parodi (T.D. Rimini) ed Elena Petrini (Fiamme Azzurre). Seguono Cassinari (The Hurricane) e Elisa Monacchini (Dermovitamina)
Nella seconda frazione di ciclismo (4 giri per 40 km) si cristallizzano le posizioni con un duo al comando composto da Charlotte Bonin e Sharon Spimi. Alle loro spalle è Luisa Iogna Prat che, da una parte tenta in solitaria di restare agganciata ai tempi delle battistrada e dall’ altra cerca di guadagnare terreno dal duo Parodi e Petrini poi riassorbito da Marcon, Monacchini e Pozzuoli.

Charlotte Bonin - Titolo italiano Triathlon Olimpico

In T2 con i ritmi imposti da Spimi e Bonin il vantaggio della testa della gara si attesta su 2’25” da Iogna Prat e su 4’ 30” circa dal gruppo delle cinque inseguitrici. Frazione di corsa che conferma le attese con Bonin che prende subito il comando nei 10 km conclusivi e vince il suo terzo titolo in carriera con circa 4 minuti di vantaggio sulle inseguitrici. E’ lotta per il secondo e terzo gradino del podio: Iogna Prat recupera tutto lo svantaggio accumulato fino alla T2 e arriva in solitaria al traguardo in seconda posizione assoluta conquistando così il titolo di campionessa U23 davanti a Federica Parodi autrice di una buona frazione di corsa cha la porta alla medaglia di bronzo assoluta e d’argento U23. In 4^ posizione è Elisa Marcon a tagliare il traguardo davanti a Sharon Spimi che ha chiuso in 5^ posizione e terza di categoria U23, 6^ Elena Petrini.


CLASSIFICA FEMMINILE

CLASSIFICA FEMMINILE U23

Charlotte Bonin - Titolo italiano Triathlon Olimpico

Le dichiarazioni delle protagoniste

Charlotte Bonin: “Oggi la gara rappresentava un’incognita, era parecchio che non gareggiavo ad alto livello. Ammetto che ero un po’ preoccupata per il nuoto, ma la prima frazione mi è riuscita particolarmente bene sono riuscita a rimanere attaccata alle prime due. In bici, purtroppo Alessia (Orla) è caduta subito, ma con Sharon abbiamo fatto un gran ritmo: io spingevo di più in salita e lei guidava in discesa. Di corsa mi sentivo bene, sono partita rimanendo concentrata, senza pensare al traguardo, ma ammetto che lo sognavo questo titolo italiano, è un traguardo importantissimo. Fa un bell’effetto tornare sul gradino più alto del podio tricolore”.

Luisa Iogna-Prat: “Partenza confusionaria malgrado fossimo in poche, ma ho cercato di prendere la traiettoria migliore. Dopo le prime due boe si è formato un gap con le ragazze in testa, io ho proseguito al mio ritmo uscendo a una ventina di secondi dalle prime. Ero da sola, ho provato ad andare sotto a quelle davanti in bici, ma hanno lavorato bene e non sono riuscita a rientrare. Ho guadagnando comunque preziosi secondi da chi mi inseguiva. Posata la bici, ho cercato di gestire al meglio il 10.000, sapevo che il secondo gradino del podio era alla portata e all’inizio dell’ultimo dei quattro giri di corsa ho capito che ce la potevo fare. Felicissima del secondo posto, del titolo italiano under 23: un regalo perfetto, visto che ieri era il mio compleanno”. 

Federica Parodi: “È stata una gara veramente impegnativa sin dal nuoto. Nonostante sia la mia frazione debole, ho limitato i danni. Bici dura, non sono riuscita a rientrare su Luisa (Iogna-Prat), anzi, vedevo che stava guadagnando, quindi era necessario correre a tutta. Nella terza frazione, la mia migliore, ho dato tutto, ho spinto dall’inizio ed è arrivato questo bel podio assoluto. Ho disputato un’ottima stagione, all’insegna della continuità, iniziata e finita molto bene”.

 

Fonte: www.fitri.it
Photo Credits: Tiziano Ballabio