Adattamento e Microbiettivi

Adattamento e Microbiettivi

Siamo chiamati in questo periodo a dimostrare di essere ancora esseri superiori in grado di adattarci ai mutamenti. Facciamolo anche nel nostro piccolo.

Riccardo Mares

20 Aprile 2020

0

Siamo esseri agonisti. Siamo animali in continua competizione con noi stessi, fin dalla più tenera età.
Noi runner poi, o sportivi di Endurance, siamo i peggiori: fanno bene le masse ad addittarci come peccatori.

Siamo drogati di endorfine per attività sportiva prolungata, specie se svolta distante da casa. Ogni volta che raggiungiamo il limite ci sentiamo sbagliati nel “durante” e tagliato il traguardo abbiamo già bisogno di un’altra dose di stimolo.

Ci accontentiamo? Mai. Sviluppiamo dopamine ad ogni nuova idea di sfida e ci anneghiamo di ossitocina ad ogni risultato ottenuto.

Come facciamo ora in piena quarantena e a gare chiuse fino a data da destinarsi? Le strade sono due: microbiettivi e virtuale.
Il mare è fatto di gocce d’acqua, il deserto di granelle di sabbia e il nostro ego possiamo curarlo a suon di piccoli obiettivi in vista di una nuova alba.

Qualche idea?

  • Imparare a saltare la corda
  • Fare 20 secondi in più di plank
  • Riuscire in un nuovo Asana
  • Leggere un nuovo libro
  • Formare qualcuno grazie alle proprie conoscenze
  • Correre un giro di casa in più

In molti testi di crescita personale si consiglia il rituale di scrivere gli obiettivi da raggiungere e segnare quando lo si è fatto. Io mi sono disegnato una medaglia per rappresentare un obiettivo e me la sono andata a vincere: una cavolata da condividere nei social ma che mi ha fatto stare meglio e ha generato qualche sorriso. Non male!

Siamo gli indiscussi esseri superiori della natura (non sempre un bene) non perché siamo i più belli, veloci, potenti, … ma perché siamo coloro che meglio si sanno adattare. Nasciamo più incapaci ed inermi di ogni altro animale per poterci plasmare alle necessità.

Dimostriamo in questo periodo che noi non si molla, che sappiamo evolverci, che abbiamo imparato tanto da questa quarantena e che ci stiamo adattando pronti per una rinascita migliore.

Buone storie amici.