3 idee per pedalare in Trentino in autunno

3 idee per pedalare in Trentino in autunno

Abbiamo ancora tempo per affrontare qualche bel giro in Trentino, magari buttando un occhio al meteo e sfruttando le ore più calde per le discese, che tanto in salita… il freddo non si sente sicuro!

Andrea Toso

15 Ottobre 2020

0

Abbiamo pensato a 3 idee per pedalare in Trentino in autunno. Certo, le temperature scendono ma i ciclisti non smettono di pedalare, perché non esistono condizioni meteo impossibili, ma abbigliamento tecnico non idoneo. Un motto scaturito sembra da W. Gore inventore della omonima membrana e di cui si veste anche il nostro ambassador Omar De Felice che nei mesi di lockdown pedalava nel deserto della Mongolia con temperature fino a 10 sottozero, sempre e comunque tempestato dal vento.

Le cime iniziano ad imbancarsi ma abbiamo ancora tempo per affrontare qualche bel giro in Trentino, magari buttando un occhio al meteo e sfruttando le ore più calde per le discese, che tanto in salita… il freddo non si sente sicuro!

Ecco la prima idea per pedalare in Trentino in autunno

Un itinerario piacevole in autunno sicuramente è il giro della Val di Cembra: 87 km per circa 1650 m di dislivello. Si parte dal centro storico di Trento da quota 200, per scalare progressivamente fino a quota 1121m, itinerario che scalderà le gambe con i passaggi per la “salita dei Campionissimi” in località San Michele all’Adige, 450 m di dislivello in 6,5 km, e la salita per Sover con un primo blocco di 3km con pendenza media del 9%. Dalla cima inizia la lunga discesa di circa 25 km che riporterà in città, meglio infilare gambali e antivento ma la fatica è fatta.

pedalare in Trentino

La seconda idea per pedalare in Trentino in autunno

I Campioni nati in Trentino sono tanti, nel ciclismo la Val di Non ha dato i natali a Maurizio Fondriest, Gianni Moscon e Letizia Paternoster, per capire dove si siano allenati e si allenino tutt’ora imbocchiamo il Giro della Mendola , un anello di 100 km per 1700m di dislivello che parte da Mezzocorona. I primi 50 km ci portano a scalare appunto la Mendola per a quota 1364, dopo aver doppiato la salita di Denno, lunga circa 10 km con pendenza del 7,4% ed un picco del 15. Giunti in cima alla Mendola è tempo di vestirsi, si scende nella Provincia di Bolzano per 20 km, si imbocca la strada dei Vini che riporta senza ulteriori strappi alla partenza a Mezzocorona.

pedalare in Trentino

La terza idea per pedalare in Trentino in autunno

Il Giro d’Italia arriva a Madonna di Campiglio in una tappa forse decisiva nella giornata di domenica 18 ottobre, un bel giro nella val Rendena potrebbe essere quello per Campiglio e Comano. Partenza da Pinzolo come il giro lunedì 19 ottobre, si segue il fiume Sarca in leggera discesa, “rotolando verso sud”, per dirigersi verso il passo Durone, la prima salita del giro, media del 6% per poi scendere verso il passo Daone, la seconda salita ben più atletica con media pendenza del 9,4% per 8 km. Allo scollinamento si prosegue per Spiazzo Rendena per risalire verso Pinzolo. Per dare giustizia alla bellezza della salita per Madonna di Campiglio se l’ora non fosse tarda (teniamo sempre sott’occhio l’ora in cui tramonta il sole!) possiamo proseguire per altri 15 km  che con pendenza del 5,7 % più o meno costante, con tornanti a mitigare, ci porterà a quota 1682 di Campo Magno con un dislivello di poco più di 900 m dai 774 di Pinzolo, la lunga discesa richiederà sicuramente l’antivento, ma a fatica è finita per l’anello di 107 km e quasi 3mila metri di dislivello.

pedalare in Trentino

I veri ciclisti non smetteranno di pedalare in salita, sicuro, con il giusto abbigliamento non c’è percorso sbagliato, magari buttando prima un occhio al meteo e nel caso di giri lunghi un ricambio di intimo per il busto nelle tasche oltre all’antivento (e/o al quotidiano da usare come shield). Le previsioni meteo ormai sono molto attendibili e con un minimo di progettazione possiamo finire la giornata al caldo di una SPA tra le tante bellissime degli alberghi del Trentino, giusta ricompensa alla giornata di attività fisica immersi nei colori dell’autunno.

Questi sono solo 3 degli infiniti itinerari per pedalare in Trentino in autunno, le salite del Mito sono tante e non basterà questa stagione a pedalarle tutte, e ancora mancano gli itinerari in valle; come in una scatola di cioccolatini una volta assaggiato il primo si vorrà subito passare al successivo, il Trentino aspetterà il nostro ritorno per farsi amare nuovamente.